Cos'è l'analisi tecnica?
L'analisi tecnica tenta di prevedere i movimenti futuri dei prezzi esaminando i dati del mercato passato.

La maggior parte dei trader utilizza l'analisi tecnica per ottenere un "quadro completo" sulla storia dei prezzi di un investimento. Persino i trader fondamentali guarderanno un grafico per vedere se stanno comprando a un prezzo equo, vendendo su un piano ciclico o entrando in un mercato instabile e obliquo.

La maggior parte degli analisti tecnici formula alcune ipotesi chiave:

Tutti i fondamentali del mercato si riflettono nei dati sui prezzi. Gli umori, le opinioni divergenti e altri fondamenti del mercato non devono essere studiati.

La storia può ripetersi, spesso in schemi regolari e abbastanza prevedibili. Questi schemi, generati dai movimenti dei prezzi, sono chiamati segnali. L'obiettivo di un analista tecnico è quello di scoprire i segnali di un mercato corrente esaminando i segnali del mercato passato.

I prezzi si muovono nelle tendenze. Gli analisti tecnici ritengono che le fluttuazioni dei prezzi non siano casuali e imprevedibili. Una volta stabilita una tendenza verso l'alto, il basso o lateralmente, di solito continuerà per un certo periodo.

Entra ed esci, al momento giusto

I commercianti fanno affidamento su grafici dei prezzi, diagrammi dei volumi e altre rappresentazioni matematiche dei dati di mercato (chiamati studi) per trovare i punti di ingresso e di uscita ideali per un commercio. Alcuni studi aiutano a identificare una tendenza, mentre altri aiutano a determinare la forza e la sostenibilità di tale tendenza nel tempo.

L'analisi tecnica può aggiungere disciplina e minimizzare le emozioni nel tuo piano di trading. Può essere difficile escludere le impressioni fondamentali e attenersi ai punti di entrata e di uscita come pianificato. Mentre nessun sistema è perfetto, l'analisi tecnica ti aiuta a vedere il tuo piano commerciale in modo più obiettivo e spassionato.

Tipi di grafici dei prezzi

Grafici a barre

Il tipo più comune di grafico che mostra l'azione dei prezzi. Ogni barra rappresenta un periodo di tempo - un "periodo" di 1 minuto o di diversi anni. Nel tempo, i grafici a barre possono mostrare modelli di prezzo distinti.

Grafici a candele

Invece di una semplice barra, ogni candela mostra il prezzo alto, basso, di apertura e di chiusura per quel periodo di tempo che rappresenta. I pattern candlestick forniscono maggiori dettagli visivi man mano che si sviluppano.

Punti e figure

I modelli di punti e figure assomigliano a schemi di grafici a barre, tranne che X e OS vengono utilizzati per contrassegnare le modifiche nella direzione del prezzo. I grafici a punti e figure non fanno uso della scala temporale per associare un determinato giorno a una determinata azione di prezzo.

Tipi di indicatori tecnici

Tendenza

Gli indicatori di tendenza agevolano i dati di prezzo, in modo da poter vedere facilmente una tendenza ascendente, discendente o laterale. (Esempi: medie mobili, linee di tendenza)

Forza

Gli indicatori di resistenza descrivono l'intensità dell'opinione del mercato su un determinato prezzo esaminando le posizioni di mercato prese dai vari partecipanti al mercato. Il volume o l'open interest sono gli ingredienti base degli indicatori di forza.

Volatilità

La "volatilità" si riferisce all'ampiezza delle fluttuazioni dei prezzi giornalieri, indipendentemente dalla loro tendenza direzionale. Le variazioni di volatilità tendono ad anticipare le variazioni dei prezzi. (Esempio: Bande di Bollinger)

Ciclo

Gli indicatori del ciclo indicano la ripetizione di modelli di mercato da eventi ricorrenti come stagioni o elezioni. Gli indicatori del ciclo determinano i tempi di un particolare modello di mercato. (Esempio: Elliott Wave)

Supporto / Resistenza

Il supporto e la resistenza descrivono i livelli dei prezzi in cui i mercati aumentano o diminuiscono ripetutamente e poi si invertono. Questo fenomeno è attribuito alla domanda e all'offerta di base. (Esempio: linee di tendenza)

Impulso

Gli indicatori di momentum determinano la forza o la debolezza di una tendenza mentre progredisce nel tempo. Il momento massimo è più alto quando inizia una tendenza e più bassa quando la tendenza cambia.

Quando il prezzo e il momentum divergono, suggerisce debolezza. Se i prezzi estremi si verificano con un momento debole, segnala una fine del movimento in quella direzione. Se il momentum è in forte trend e i prezzi sono bassi, segnala un potenziale cambiamento nella direzione dei prezzi. (Esempio: stocastico, MACD, RSI)

Utilizzando gli indicatori
Usare gli indicatori per identificare le tendenze

Probabilmente hai sentito l'espressione "la tendenza è tua amica" - ma cosa significa? Se la tua tendenza prende una contromossa improvvisa e il tuo stop finale si attiva in perdita, è naturale chiedersi: come puoi essere sicuro che la prossima tendenza sarà più amichevole?

Conferma che la tendenza è reale

L'utilizzo di indicatori tecnici in combinazione può aiutare a garantire che una tendenza potenziale rimanga valida: una buona abitudine per tutti i tipi di scambi tecnici, ma soprattutto nel forex. Le valute tendono a muoversi naturalmente in base ai fattori macroeconomici a lungo termine e ai flussi internazionali di capitali a breve termine. Tutto ciò rende molto più difficile vedere una tendenza negoziabile che durerà.

Linee di tendenza

Dal punto di vista del trader, una tendenza è una prevedibile risposta di prezzo a livelli di supporto o resistenza che cambiano nel tempo. Le linee di tendenza segnano questi livelli, con il supporto che funge da "pavimento" e la resistenza come "soffitto". Quando i prezzi superano uno di questi livelli, ciò indica che una tendenza per quel movimento continua.

È facile tracciare linee di tendenza perfette su grafici storici, ma è più difficile avere ragione quando si tratta del tren